Ringrazieremo Debussy, e gli altri

doodleRingrazieremo Google per Debussy e Google per Google. Perché oggi con quest’omaggio al musicista francese della grazia e dell’acqua hanno superato se stessi. E tra le righe ci hanno anche ricordato che ringrazieremo Debussy anche per cose incidentali, microscopiche e piccolissime, che non sono strettamente quel che definiremmo musica: uno sbuffo improvviso di fumo, il bianco delle nuvole che nascondono il più-bianco della luna. Verrebbe da ringraziarli tutti in un colpo solo, anche tutti gli altri. Per gli oggetti che sono diventati anche qualcos’altro – l’acqua sull’asfalto dopo Cartier-Bresson, l’odore di mediterraneo dopo Tomasi di Lampedusa, i sogni volanti e i corpi colorati da aquilone di Chagall.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...