Ama il tuo sogno. Letture in corso.

ImmaginePerché mai proprio quel giorno anziché un altro? In Shah-in-Shah, l’appassionante reportage sul crollo del regime di Reza Pahlavi, Ryszard Kapuściński si interroga sulla genesi dei moti di rivolta. Perché, si chiede, la gente in genere accetta la miseria e l’oppressione come se disegnassero l’ordine naturale delle cose e poi all’improvviso, un giorno, quell’ordine salta in aria? “È un processo insolito”, scrive Kapuściński, “che talvolta si compie in un attimo come per una specie di choc liberatorio: l’uomo si sbarazza della paura e si sente libero. Senza questo processo, non ci sarebbe alcuna rivoluzione.”

Ho scelto di leggerlo (anche) perchè i caporali, da queste parti, basta svegliarsi presto la mattina per vederli all’opera. Ancora sessanta pagine e l’avrò finito. Quella quassù, che avete già letto, è una parte della bellissima prefazione di Alessandro Leogrande al libro, edito da Fandango, di Yvan Sagnet.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...